News

Distorsione della caviglia

di Daniele Castelli
La distorsione della caviglia può essere definita come una temporanea perdita di contatto delle superfici articolari che compongono la caviglia, con possibili lesioni associate dei legamenti, tendini, cartilagini articolari, talvolta accompagnate da fratture ossee.

Sindrome del Tunnel Tarsale

di Francesco Mantia
La sindrome del tunnel tarsale è un quadro clinico poco comune, spesso sotto-diagnosticato, maggiormente presente nel sesso femminile, rappresentato dalla comparsa di dolore alla pianta e alla regione calcaneare del piede in seguito ad “intrappolamento” del nervo tibiale o dei nervi plantari al passaggio nel tunnel del tarso: un tragitto osteo-fibroso che si trova nella parte interna della caviglia.

Sacroileite

di Chiara Busso
La sacroileite è letteralmente definita come l’infiammazione dell’articolazione sacro-iliaca, ovvero la diatrodia che unisce l’osso sacro all’ala iliaca del bacino.

Tennis leg

di Alberto Monello
La Tennis Leg è una patologia ad esordio improvviso che si manifesta con dolore acuto al terzo medio del comparto posteriore della gamba, ed è spesso associata ad una sensazione di schiocco.

Borsite trocanterica: cause, sintomi e terapie

La Sindrome Dolorosa del Grande Trocantere si presenta tipicamente come dolore cronico e persistente a livello dell’anca laterale che può irradiarsi al gluteo, lungo la regione laterale della coscia fino al ginocchio, e occasionalmente sotto il ginocchio.

LE RADICOLOPATIE

Il quadro clinico è caratterizzato da dolore ed alterazioni sensitivo-motorie che si irradiano lungo il decorso di una radice spinale che interessa uno o entrambi gli arti superiori o quelli inferiori

SINDROME DI DE QUERVAIN

Clinicamente si manifesta con dolore acuto localizzato nella regione della stiloide radiale, che può irradiarsi alla superficie laterale del polso fino a interessare tutto l’avambraccio, e con impotenza funzionale

LA FASCITE PLANTARE

La prevalenza della patologia nella popolazione generale è stimata in un range compreso tra il 3,6 e il 7%, ma cresce esponenzialmente con l’avanzare dell’età e negli sportivi